2.3. Software

2.3.1. Installazione e rimozione del software

Per installare, disinstallare e aggiornare il software del computer, utilizzare Gestione software. Viene aperta una finestra di dialogo per la gestione dei pacchetti come illustrato nella Figura 2.2, "Gestore pacchetti YaST".

Figura 2.2. Gestore pacchetti YaST

Gestore pacchetti YaST

In SUSE Linux, il software è disponibile sotto forma di pacchetti RPM. Normalmente, un pacchetto contiene tutto il necessario per un programma: il programma stesso, i file di configurazione e tutta la documentazione. In una finestra apposita a destra viene visualizzato un elenco dei singoli pacchetti. Il contenuto di questo elenco viene determinato dal filtro selezionato in quel momento. Se, ad esempio, viene selezionato il filtro Selezione, la finestra dei singoli pacchetti visualizza tutti i pacchetti della selezione corrente.

Nel gestore pacchetti, ciascun pacchetto ha uno stato che determina le operazioni da compiere con il pacchetto, ad esempio "Installa" o "Elimina." Questo stato viene indicato da un simbolo in una casella di stato all'inizio della riga. Per cambiare lo stato, fare clic o selezionare lo stato desiderato dal menu che si apre facendo clic con il pulsante destro del mouse sull'elemento. In base alla situazione corrente, alcuni possibili flag di stato potrebbero non essere disponibili per la selezione. Ad esempio, un pacchetto che non è stato ancora installato non potrà essere contrassegnato con "Elimina". Per visualizzare i flag di stato disponibili, scegliere Guida+Simboli.

Il colore dei font utilizzato per i vari pacchetti nella finestra dei singoli pacchetti fornisce ulteriori informazioni. Vengono visualizzati in blu i pacchetti installati per cui è disponibile una versione più recente nei supporti di installazione. Vengono visualizzati in rosso i pacchetti installati la cui versione è più recente di quella presente nei supporti di installazione. Tuttavia, poiché la numerazione delle versioni dei pacchetti non è sempre lineare, le informazioni potrebbero non essere molto precise, ma dovrebbero comunque essere sufficienti ad indicare la presenza di pacchetti problematici Se necessario, verificare i numeri di versione.

[Tip]Elenco di tutti i pacchetti installati

Per visualizzare un elenco di tutti i pacchetti installati, selezionare il filtro Origini installazione, quindi scegliere Riepilogo installazione da Filtri secondari e deselezionare tutte le caselle di controllo, tranne Mantieni.

Lo stato del pacchetto nella finestra dei singoli pacchetti può essere modificato come avviene solitamente. In questo caso, però, il pacchetto modificato potrebbe non corrispondere più ai criteri di ricerca. Per rimuovere tali pacchetti dall'elenco, eseguire un aggiornarmento scegliendo Lista update.

2.3.1.1. Installazione dei pacchetti

Per installare i pacchetti, selezionare i pacchetti per l'installazione, quindi fare clic su Accetto. I pacchetti selezionati devono avere l'icona di stato Installa, un segno di spunta. Il gestore pacchetti verifica automaticamente le dipendenze e seleziona qualsiasi altro pacchetto necessario (risoluzione di dipendenze). Per visualizzare altri pacchetti richiesti per l'installazione, prima di premere Accetto, scegliere Extra+Mostra le modifiche automatiche dei pacchetti dal menu principale. Dopo l'installazione dei pacchetti, è possibile continuare ad utilizzare il gestore pacchetti, scegliendo Install More (Installa altro) oppure chiuderlo scegliendo Fine.

Il gestore pacchetti presenta gruppi preselezionati per l'installazione. È possibile selezionare un intero gruppo anziché singoli pacchetti. Per visualizzare questi gruppi, utilizzare la funzione Filtro nel riquadro di sinistra.

[Tip]Elenco di tutti i pacchetti disponibili

Per visualizzare tutti i pacchetti presenti nei supporti di installazione, utilizzare il filtro Gruppi di pacchetti e selezionare zzz Tutti nella parte inferiore della struttura ad albero. SUSE Linux contiene un certo numero di pacchetti e potrebbe impiegare diverso tempo per visualizzare questo lungo elenco.

Il filtro Selezioni raggruppa i pacchetti di programma in base al loro fine applicativo, ad esempio applicazioni multimediali o di produttività per ufficio. I vari gruppi del filtro Selezioni sono elencati insieme con i pacchetti installati preselezionati. Per installare o disinstallare l'elemento selezionato, fare clic sulla casella di stato all'inizio della riga. Selezionare uno stato facendovi direttamente clic sopra con il pulsante destro del mouse e utilizzando il menu contestuale. Dalla panoramica dei singoli pacchetti a destra, che visualizza i pacchetti inclusi nella selezione corrente, è possibile selezionare e deselezionare i singoli pacchetti.

Per trovare pacchetti specifici per una lingua, come testi tradotti per l'interfaccia utente di programmi, documentazione e font, utilizzare il filtro Lingua. Questo filtro visualizza un elenco di tutte le lingue supportate da SUSE Linux. Selezionandone una, il riquadro destro visualizza tutti i pacchetti disponibili per quella determinata lingua. Di questi, tutti i pacchetti relativi alla selezione di software corrente vengono automaticamente constrassegnati per l'installazione.

[Note]Nota

Dal momento che i pacchetti specifici per le lingue possono dipendere da altri pacchetti, il gestore pacchetti potrebbe selezionare altri pacchetti per l'installazione.

2.3.1.2. Installazione dei pacchetti sorgente

Solitamente, è presente anche un pacchetto contenente i file sorgente del programma. I file sorgente non sono necessari per l'esecuzione del programma, tuttavia alcuni utenti installano i sorgenti per compilare una versione personalizzata del programma.

Per installare i file sorgente del programma selezionato, contrassegnare la casella di controllo nella colonna Sorgente. Se non è visibile una casella di controllo, l'origine dell'installazione non contiene il sorgente del pacchetto.

2.3.1.3. Salvataggio della selezione dei pacchetti

Se si desidera installare gli stessi pacchetti su più computer, è possibile salvare la configurazione in un file per utilizzarla su altri sistemi. Per salvare la selezione dei pacchetti, dal menu scegliere File+Esporta. Per importare una selezione pronta, fare clic su File+Importa.

2.3.1.4. Rimozione dei pacchetti

Per rimuovere i pacchetti, assegnare lo stato corretto ai pacchetti da rimuovere, quindi fare clic su Accetto. I pacchetti selezionati avranno lo stato Elimina. Se un pacchetto necessario ad altri pacchetti installati viene contrassegnato per l'eliminazione, il gestore pacchetti visualizza un avviso contenente informazioni dettagliate e soluzioni alternative.

2.3.1.5. Reinstallazione dei pacchetti

Se si trovano file danneggiati che appartengono a un pacchetto o si desidera reinstallare la versione originale di un pacchetto dal supporto di installazione, è possibile reinstallare il pacchetto. Per reinstallare i pacchetti, selezionare i pacchetti per la reinstallazione, quindi fare clic su Accetto. I pacchetti selezionati avranno lo stato Aggiorna. Se si verificano problemi di dipendenza con i pacchetti installati, il gestore pacchetti genera un avviso con informazioni dettagliate e soluzioni alternative.

2.3.1.6. Ricerca di pacchetti, applicazioni e file

Per trovare un pacchetto specifico, utilizzare il filtro Cerca. Inserire una stringa di ricerca, quindi fare clic su Cerca. Specificando vari criteri di ricerca, è possibile restringere la ricerca fino a visualizzare pochi pacchetti o addirittura solo uno. È possibile anche definire modelli di ricerca speciali tramite l'utilizzo di caratteri jolly ed espressioni regolari in Modalità di ricerca.

[Tip]Ricerca rapida

Oltre al filtro Cerca, tutti gli elenchi del gestore pacchetti presentanto una funzione di ricerca rapida. Per spostare il cursore sul primo pacchetto dell'elenco il cui nome inizia con una determinata lettera, è sufficiente digitare quella lettera. Il cursore deve trovarsi all'interno dell'elenco (facendo clic su di esso).

Per trovare un pacchetto partendo dal nome, selezionare Nome, nel campo di ricerca digitare il nome del pacchetto da cercare, quindi fare clic su Cerca. Per trovare un pacchetto partendo del testo nella descrizione, selezionare Riepilogo e Descrizioni, inserire una stringa di ricerca, quindi fare clic su Cerca.

Per cercare il pacchetto che contiene un certo file, inserire il nome del file, selezionare Provides (Contiene), quindi fare clic su Cerca.

Per trovare tutti i pacchetti che dipendono da un pacchetto particolare, selezionare Requires (Richiede), inserire il nome del pacchetto e fare clic su Cerca.

Se si conosce bene la struttura dei pacchetti di SUSE Linux, è possibile utilizzare il filtro Gruppi di pacchetti per trovare i pacchetti per argomento. Questo filtro ordina i pacchetti di programma per oggetto, ad esempio applicazioni, sviluppo e hardware, all'interno di una struttura ad albero a sinistra. Espandendo a cascata i rami della struttura, la selezione dei pacchetti diventa sempre più specifica, visualizzando un numero sempre inferiore di pacchetti nella finestra dei singoli pacchetti.

2.3.1.7. Riepilogo installazione

Dopo la selezione dei pacchetti per l'installazione, l'aggiornamento o l'eliminazione, è possibile visualizzare il riepilogo dell'installazione con Riepilogo installazione. Quest'ultimo che cosa avverrà ai pacchetti, facendo clic su Accetto. Per filtrare i pacchetti da visualizzare nella finestra dei singoli pacchetti, utilizzare le caselle di controllo a sinistra. Ad esempio, per verificare quali pacchetti sono già installati, deselezionare tutte le caselle di controllo tranne Mantieni.

Lo stato del pacchetto nella finestra dei singoli pacchetti può essere modificato come avviene solitamente. In questo caso, però, il pacchetto relativo potrebbe non corrispondere più ai criteri di ricerca. Per rimuovere tali pacchetti dall'elenco, eseguire un aggiornarmento scegliendo Lista update.

2.3.1.8. Informazioni si pacchetti

Le schede che si trovano nel riquadro in basso a destra forniscono informazioni sul pacchetto selezionato. Se è disponibile un'altra versione del pacchetto, verranno fornite informazioni su entrambe le versioni.

La scheda Descrizione contenente la descrizione del pacchetto selezionato viene attivata automaticamente. Per visualizzare informazioni su dimensione, versione, supporto di installazione e altri dettagli tecnici sul pacchetto, selezionare Dati tecnici. Le informazioni su file in dotazione e richiesti si trovano in Dipendenze. Per visualizzare le versioni con le origini di installazione, fare clic su Versioni.

2.3.1.9. Utilizzo di spazio disco

Durante la selezione del software, la finestra Risorse che si trova in basso a sinistra del modulo visualizza il probabile utilizzo di spazio disco di tutti i file system montati. Il grafico a barre colorato aumenta ad ogni selezione. Finché rimane verde, significa che c'è spazio sufficiente. Il colore della barra si trasforma gradualmente in rosso a mano a mano che ci si avvicina al limite dello spazio sul disco. Se si selezionano troppi pacchetti per l'installazione, viene visualizzato un avviso.

2.3.1.10. Verifica delle dipendenze

Alcuni pacchetti dipendono da altri pacchetti. Ciò significa che il software del pacchetto funziona correttamente solo se un altro pacchetto è presente nel sistema. Esistono alcuni pacchetti dotati di funzionalità identiche o similari. Se questi pacchetti utilizzano la stessa risorsa di sistema, è consigliabile non installarli entrambi (conflitto di pacchetti).

All'avvio del gestore pacchetti, il sistema viene esaminato visualizzando i pacchetti installati. Selezionando i pacchetti da installare o da rimuovere, il gestore pacchetti controlla automaticamente le dipendenze e seleziona qualsiasi altri pacchetto necessario (risoluzione delle dipendenze). Se si selezionano o si deselezionano pacchetti in conflitto, il gestore pacchetti lo segnala e propone suggerimenti per la risoluzione del problema (risoluzione di conflitti).

Nella finestra Informazioni si trovano le opzioni Verifica dipendenze e Verifica automatica. Facendo clic su Verifica dipendenze, il gestore pacchetti verifica se la selezione del pacchetto corrente ha conseguenze su dipendenze o conflitti irrisolti tra pacchetti. In caso di dipendenze irrisolte, vengono selezionato automaticamente i pacchetti aggiuntivi necessari. Per i conflitti tra pacchetti, il gestore pacchetti apre una finestra di dialogo che mostra il conflitto e offre varie opzioni per la risoluzione del problema.

Abilitando Verifica automatica, qualsiasi modifica dello stato di un pacchetto attiva una verifica automatica. Si tratta di una funzione utile, poiché la coerenza della selezione dei pacchetti viene monitorata in permanenza. Questo processo, tuttavia, consuma molte risorse e può rallentare il gestore pacchetti. Per questo motivo, l'opzione di verifica automatica non viene abilitata di default. in entrambi i casi, confermando la selezione con Accetto viene eseguita una verifica di coerenza.

Ad esempio, sendmail e postfix potrebbero non essere installati contemporaneamente. La Figura 2.3, "Gestione dei conflitti del gestore pacchetti" visualizza il messaggio di conflitto che richiede di effettuare una decisione.postfix è già installato. Di conseguenza, è possibile evitare l'installazione di sendmail, rimuovere postfix oppure correre il rischio e ignorare il conflitto.

[Warning]Gestione dei conflitti tra pacchetti

A meno che non si sia molto esperti, se si verificano conflitti tra pacchetti, è consigliabile seguire i suggerimenti di YaST, poiché, in caso contrario, la stabilità e la funzionalità del sistema potrebbe essere compromessa dal conflitto esistente.

Figura 2.3. Gestione dei conflitti del gestore pacchetti

Gestione dei conflitti del gestore pacchetti

2.3.1.11. Installazione dei pacchetti -devel

Il gestore pacchetti dispone di funzioni per l'installazione rapida e semplice di pacchetti devel e debug. Per installare i pacchetti devel nel sistema, scegliere Extra+Install All Matching — -devel Packages (Installa tutti i pacchetti -devel corrispondenti). Per installare i pacchetti debug nel sistema, scegliere Extra+Install All Matching — -debuginfo Packages (Installa tutti i pacchetti -debuginfo corrispondenti).

2.3.2. Selezione dell'origine dell'installazione

È possibile utilizzare più origini di installazione di diversi tipi. Selezionarle e abilitarne l'utilizzo per installazioni o aggiornamenti, scegliendo Origine installazione. All'avvio di questa operazione, viene visualizzato un elenco di tutte le origini precedentemente registrate. Se si effettua una installazione normale da CD, viene elencata solo il CD di installazione. Per aggiungere altre origini a questo elenco, fare clic su Aggiungi. Le origini possono essere CD, DVD o risorse di rete come server NFS e FTP. Come supporto di installazione possono essere selezionate anche directory presenti sul disco rigido locale. Per ulteriori dettagli, consultare il testo dettagliato della guida di YaST.

Tutte le origini registrate riportano uno stato di attivazione nella prima colonna dell'elenco. È possibile abilitare o disabilitare singole origini di installazione, scegliendo Activate or Deactivate (Attiva/disattiva). Durante l'installazione di pacchetti o aggiornamenti di software, YaST seleziona una voce appropriata dall'elenco di origini di installazione attivate. Chiudendo il modulo tramite Chiudi, le impostazioni correnti vengono salvate e applicate ai moduli di configurazione Gestione software e Aggiornamento del sistema.

2.3.3. Aggiornamento online del software

Grazie al gestore degli aggiornamenti di YaST, è possibile installare importanti aggiornamenti e miglioramenti. Le patch correnti per il prodotto di SUSE sono disponibili dai cataloghi dello stesso produttore. Per aggiungere o rimuovere i cataloghi, fare clic su Catalog Setup (Impostazione cataloghi) che si trova nella parte superiore.

In Available Updates (Aggiornamenti disponibili), selezionare le patch per l'installazione. Dopo avere effettuato la selezione, fare clic su Apply Changes (Applica modifiche). A questo punto, tutti gli aggiornamenti selezionati vengono scaricati dal server e installati sul computer. In base alla velocità di connessione e alle prestazioni dell'hardware, questa operazione potrebbe richiedere diverso tempo.

Nel corso dello scaricamento e l'installazione delle patch, è possibile tenere traccia di tutte le operazioni con Review History (Controlla cronologia). Ad installazione avvenuta di tutte le patch, chiudere semplicemente il browser Web.

Un'altra alternativa per l'aggiornamento del software è ZENworks, la nuova applet per la gestione degli aggiornamenti per KDE e GNOME. ZENworks è utile per monitorare le nuove patch. Inoltre dispone di funzioni di aggiornamento rapido. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla Sezione 7.13, "Aggiornamenti software".

Se sono necessarie impostazioni speciali, ad esempio se il computer impiega un server proxy, utilizzare lo strumento a riga di comando, rug. È possibile leggerne una descrizione nella Sezione 2.12, "Aggiornamento da riga di comando".

2.3.4. Aggiornamento da un CD delle patch

L'opzione Aggiornamento da CD delle patch installa le patch dal CD e non da un server FTP. Il vantaggio risiede nel fatto che l'aggiornamento da CD è molto più veloce. Dopo aver inserito il CD delle patch, queste ultime verranno visualizzate tutte nella finestra di dialogo. Selezionare i pacchetti desiderati per l'installazione da un elenco di patch. Nel caso in cui non fosse presente alcun CD contenente le patch, il modulo visualizza un messaggio di errore. Inserire il CD delle patch, quindi riavviare il modulo.

2.3.5. Aggiornamento del sistema

Con la funzione Aggiornamento di sistema è possibile aggiornare la versione di SUSE Linux installata sul sistema. Nel corso delle operazioni, è possibile solo aggiornare il software dell'applicazione e non il sistema base. Per aggiornare il sistema base, avviare il computer da un supporto di installazione, come un CD. Per la selezione di una modalità di installazione in YaST, selezionare Aggiornamento di un sistema esistente.

La procedura di aggiornamento del sistema è simile a quella di una nuova installazione. Inizialmente, YaST esamina il sistema, determina una strategia di aggiornamento appropriata, quindi presenta i risultati in una finestra di dialogo contenente i suoi suggerimenti. Per modificare qualsiasi dettaglio, fare clic su Modifica o sui singoli elementi.

2.3.5.1. Opzioni di aggiornamento

Impostazione del metodo di aggiornamento per il sistema in uso. Sono disponibili due opzioni.

Aggiornamento con installazione di nuovo software

Per aggiornare l'intero sistema alle versioni più recenti, selezionare una delle selezioni predefinite. Queste selezioni solo identiche a quelle proposte nel corso dell'installazione. Garantiscono l'installazione dei pacchetti non esistenti in precedenza.

Aggiornamento solo dei pacchetti installati

Questa opzione aggiorna solamente i pacchetti già presenti nel sistema. Non viene installata alcuna nuova funzione.

In aggiunta, con l'opzione Cancella vecchi pacchetti è possibile rimuovere pacchetti non esistenti nella nuova versione. Di default, questa opzione è preselezionata per evitare che pacchetti non aggiornati occupino spazio disco non necessario.

2.3.5.2. Pacchetti

Per avviare il gestore pacchetti e selezionare o deselezionare singoli pacchetti per l'aggiornamento, fare clic su Pacchetti. Ogni eventuale conflitto dovrebbe essere risolto grazie alla verifica di coerenza. L'utilizzo del gestore pacchetti è illustrato in dettaglio nella Sezione 2.3.1, "Installazione e rimozione del software".

2.3.5.3. Backup

Durante l'aggiornamento, i file di configurazione di alcuni pacchetti potrebbero essere sostituiti da quelli della nuova versione. Dal momento che alcuni file del sistema corrente potrebbero essere stati modificati, il gestore pacchetti esegue normalmente copie di backup dei file sostituiti. Attraverso questa finestra di dialogo è possibile determinare la portata di questi backup.

[Important]Portata del backup

Questo backup non include il software. Contiene solo file di configurazione.

2.3.5.4. Language (Lingua)

Qui sono elencate la lingua primaria e le altre lingue attualmente installate sul sistema. Per modificarle, fare clic su Lingua nella configurazione visualizzata o scegliere Cambia+Lingua. È possibile scegliere di adattare il layout della tastiera e il fuso orario all'area geografica in cui si parla la lingua primaria. Per ulteriori informazioni sulla selezione delle lingue, vedere la Sezione 2.9.11, "Language (Lingua)".

2.3.5.5. Informazioni importanti sugli aggiornamenti

L'aggiornamento del sistema è una procedura molto complessa. Per ogni pacchetto del programma, YaST deve prima verificare quale versione è installata sul computer, quindi determinare correttamente le esigenze di sostituzione della vecchia versione con la nuova versione. YaST cerca anche di adottare tutte le eventuali impostazioni personali dei pacchetti installati. Alcune configurazioni possono causare problemi, poiché la vecchia configurazione non è in grado di gestire la nuova versione del programma come previsto oppure perché si verificano incoerenze impreviste tra varie configurazioni.

Meno è recente la versione esistente, più la configurazione dei pacchetti da aggiornare risulta diversa dal quella standard e più l'aggiornamento risulta problematico. Talvolta, la vecchia configurazione non può essere adottata in maniera corretta. In tal caso, è necessario procedere a una nuova configurazione. Prima di avviare l'aggiornamento, salvare la configurazione esistente.

2.3.6. Installazione in una directory per Xen

L'opzione Installazione in una directory per Xen consente di installare pacchetti in una directory per Xen. Xen è un monitor di macchina virtuale (VMM) per computer x86 compatibili che consente l'esecuzione sicura di più macchine virtuali, ognuna con il proprio S.O., su un unico sistema fisico e con prestazioni eccellenti. Dopo aver selezionato questo modulo, YaST determina le impostazioni di sistema ed elenca la directory di default, le istruzioni di installazione e il software da installare. Queste informazioni di default possono essere modificate, facendo clic su Modifica. Confermare tutte le modifiche, facendo clic su Accetto. Dopo avere eseguito tutte le modifiche, fare più volte clic su Avanti finché viene visualizzato il messaggio che l'installazione è terminata. Per chiudere la finestra di dialogo, premere Fine. Per ulteriori informazioni su Xen, vedere il Capitolo 17, Virtualizzazione con Xen (↑Riferimento).

2.3.7. Verifica dei supporti

Nell'eventualità di problemi legati ai supporti di installazione di SUSE Linux, con il modulo Verifica supporti è possibile verificare CD e DVD. I problemi dei supporti si verificano più frequentemente con i supporti masterizzati personalmente. Per verificare che un CD o un DVD SUSE Linux è privo di errori, è sufficiente inserire il supporto nell'unità ed eseguire questo modulo. Facendo clic su Avvia, YaST verifica il valore di checksum MD5 del supporto. Questa operazione potrebbe richiedere diversi minuti. In caso di rilevamento di qualsiasi errore, è consigliabile non utilizzare questo supporto per l'installazione.