2.13. SaX2

Con Hardware+Scheda grafica e monitor è possibile configurare l'ambiente grafico del sistema. In questo modo viene aperta l'interfaccia di configurazione SUSE Advanced X11 (SaX2), dove è possibile configurare dispositivi come mouse, tastiera o di visualizzazione. Questa interfaccia è accessibile anche dal menu principale, facendo clic su Sistema+Configurazione+SaX2.

2.13.1. Proprietà monitor e scheda

In Proprietà monitor e scheda è possibile configurare le impostazioni per la scheda grafica e il dispositivo di visualizzazione. Se è presente più di una scheda video installata, ciascun dispositivo viene visualizzato in una finestra di dialogo separata selezionabile per mezzo di una scheda. Nella parte superiore della finestra di dialogo è possibile visualizzare le impostazioni correnti per le schede video e i monitor collegati. Nel caso sia possibile collegare più di uno schermo alla scheda (dualhead) viene visualizzato il monitor per l'output principale. Normalmente, la scheda e il dispositivo di visualizzazione sono rilevati automaticamente dal sistema nel corso dell'installazione. Tuttavia, è possibile ottimizzare molti parametri manualmente o anche modificare completamente il dispositivo di visualizzazione.

Figura 2.8. Proprietà monitor e scheda

Proprietà monitor e scheda
[Tip]Rilevamento automatico di nuovo hardware di visualizzazione

Se si cambia l'hardware di visualizzazione dopo l'installazione, utilizzare il comando sax2 -r sulla riga di comando per far rilevare il nuovo hardware a SaX2. Per eseguire SaX2 da riga di comando, è necessario effettuare il login come root.

2.13.1.1. Schede grafiche

Non è possibile selezionare un'altra scheda grafica, in quanto sono supportati solo i modelli riconosciuti e questi vengono rilevati automaticamente. Tuttavia, è possibile regolare varie opzioni che modificano il comportamento della scheda. In genere non è necessario, in quanto il sistema le avrà già impostate correttamente durante l'installazione. Se si desidera comunque modificare alcune opzioni, fare clic su Opzioni a fianco delle schede grafiche e selezionare l'opzione che si desidera modificare. Per assegnare un valore necessario a una determinata opzione, inserire questo valore nella finestra di dialogo che viene visualizzata dopo la selezione dell'opzione. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo delle opzioni.

2.13.1.2. Monitor

Per modificare le impostazioni correnti per il monitor, fare clic su Modifica a fianco del monitor. Viene visualizzata una nuova finestra di dialogo per configurare varie impostazioni specifiche per i monitor. Questa finestra di dialogo presenta più schede per modificare i vari aspetti del funzionamento del monitor. Selezionare la prima scheda per selezionare manualmente nei due elenchi il produttore e il modello del dispositivo di visualizzazione. Se il proprio monitor non è nell'elenco, selezionare una delle modalità VESA o LCD adatte. Se si possiede il dischetto o il CD con il driver del produttore, fare clic su Disco utility e seguire le istruzioni su schermo per l'utilizzo. Selezionare Attiva DPMS per utilizzare l'opzione "Display Power Management Signaling" (segnalazione per la gestione dell'alimentazione del display). I valori di Dimensione display, con le proprietà geometriche del monitor, e Frequenze sincr., con la gamma di frequenze di sincronizzazione orizzontali e verticali del monitor, sono in genere impostati dal sistema, ma sarà possibile modificarli manualmente. Dopo aver eseguito le modifiche, fare clic su OK per chiudere questa finestra di dialogo.

[Warning]Modifica delle frequenze del monitor

Sebbene siano presenti dispositivi di sicurezza, è necessario prestare molta attenzione quando si modificano manualmente le frequenze consentite per il monitor, poiché valori non corretti potrebbero distruggerlo. Consultare sempre il manuale del monitor prima di modificare le frequenze.

2.13.1.3. Risoluzione e profondità di colore

Risoluzione e profondità di colore possono essere scelte direttamente dai due elenchi posti nella parte centrale della finestra. La risoluzione selezionata qui indica quella massima utilizzabile. Alla configurazione verranno aggiunte tutte le risoluzioni comuni fino a 640x480. A seconda del tipo di desktop grafico utilizzato, sarà possibile selezionarle senza necessità di riconfigurare.

2.13.1.4. Dual Head

Se nel computer si dispone di una scheda grafica con due uscite installate, sarà possibile collegare due schermi al sistema. Due schermi collegati alla stessa scheda grafica sono chiamati dual head. SaX2 rileva automaticamente dispositivi con più schermi nel sistema e prepara la configurazione di conseguenza. Per attivare la modalità dual head di una scheda grafica, selezionare Attiva modalità dual head nella parte inferiore della finestra di dialogo e fare clic su Configura per impostare le opzioni dual head e la disposizione degli schermi nella finestra di dialogo relativa a dual head.

Le schede presenti nella riga che si trova nella parte superiore della finestra di dialogo corrispondono alla scheda grafica del sistema. Selezionare la scheda da configurare e definire le impostazioni multihead nella finestra di dialogo visualizzata. Nella parte superiore della finestra di dialogo per multihead, fare clic su Modifica per configurare gli schermi aggiuntivi. Sono disponibili le stesse opzioni del primo schermo. Scegliere dall'elenco la risoluzione da utilizzare per lo schermo. Selezionare una delle tre possibili modalità multihead.

Multihead tradizionale

Ciascun monitor rappresenta un'unità singola. Il puntatore del mouse può passare da uno schermo all'altro.

Multihead clonato

In questa modalità tutti gli schermi visualizzano gli stessi contenuti. Il puntatore del mouse è visibile solo sullo schermo principale.

Multihead Xinerama

Tutti gli schermi sono combinati per formare un singolo schermo di grandi dimensioni. Le finestre di programma possono essere posizionate liberamente sullo schermo, o ridimensionate in modo che occupino più di un monitor.

[Note]Nota

Linux attualmente non offre supporto 3D per gli ambienti Xinerama multihead. In questo caso SaX2 disattiva il supporto 3D.

La disposizione dell'ambiente dual head descrive la sequenza dei singoli schermi. Per default SaX 2 configura un layout standard che segue la sequenza degli schermi rilevati, disponendoli su una fila da sinistra a destra. Nella parte Disposizione della finestra di dialogo per dual head, determinare come saranno disposti i monitor, selezionando uno dei pulsanti di sequenza. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo.

[Tip]Utilizzo di un proiettore con i computer portatili

Per collegare un proiettore a un computer portatile, attivare la modalità dual head. In questo caso, viene configurato un output esterno con una risoluzione di 1024x768 e una frequenza di aggiornamento di 60 Hz. Questi valori si adattano alla perfezione alla maggior parte dei proiettori.

2.13.1.5. Multihead

Se nel computer si dispone di più schede grafiche, sarà possibile collegare più schermi al sistema. Due o più schermi collegati a differenti schede grafiche sono chiamati multihead. SaX2 rileva automaticamente dispositivi con più schede grafiche nel sistema e prepara la configurazione di conseguenza. Per default SaX 2 configura un layout standard che segue la sequenza delle schede grafiche rilevate, disponendo tutti gli schermi su una fila da sinistra a destra. La scheda aggiuntiva Disposizione consente di modificare manualmente questo layout. Trascinare le icone che rappresentano gli schermi individuali nella griglia e premere OK per chiudere la finestra di dialogo.

2.13.1.6. Accelerazione 3D

Se la scheda grafica supporta l'accelerazione 3D, è possibile attivarla o disattivarla tramite il comando Attiva accelerazione 3D.

2.13.1.7. Test della configurazione

Al completamento delle impostazioni di monitor e scheda grafica, fare clic su OK nella finestra principale ed eseguire il test delle impostazioni. In questo modo è possibile verificare che la configurazione sia adatta ai propri dispositivi. Se l'immagine non è stabile, interrompere immediatamente il test premendo Ctrl+Alt+Backspace e ridurre la frequenza di aggiornamento o la risoluzione e la profondità di colore.

[Note]Nota

Indipendentemente dall'esecuzione del test, tutte le modifiche verranno attivate solo al riavvio del server X.

2.13.2. Proprietà mouse

Regolare le impostazioni del mouse in Proprietà mouse. Se è presente più di un mouse con driver differenti installati, ciascun driver viene visualizzato in una scheda separata. Se esistono più dispositivi controllati dallo stesso driver vengono mostrati come un singolo mouse. Attivare o disattivare il mouse corrente tramite la casella di controllo posta nella parte superiore della finestra di dialogo. Al di sotto della casella di controllo, vengono visualizzate le impostazioni correnti per il mouse. In genere il mouse viene rilevato automaticamente; è però possibile modificarlo manualmente se il rilevamento automatico non riesce. Consultare la documentazione del mouse per una descrizione del modello. Fare clic su Modifica per selezionare nei due elenchi il fornitore e il modello di mouse e fare clic su OK per confermare la selezione. Nella sezione delle opzioni della finestra di dialogo, è possibile impostare varie opzioni di funzionamento del mouse.

Attiva emulazione 3° pulsante

Se il mouse è dotato di due soli pulsanti, il terzo pulsante verrà emulato quando si premono contemporaneamente entrambi i pulsanti.

Attiva rotellina mouse

Selezionare questa casella per utilizzare la rotellina.

Emula rotellina con pulsante mouse

Se il mouse non è dotato di rotellina ma si desidera utilizzare una simile funzionalità, sarà possibile assegnare un pulsante aggiuntivo per questo scopo. Selezionare il pulsante da utilizzare. Premendo questo pulsante, qualsiasi movimento del mouse verrà trasformato in un comando della rotellina. Questa funzione è particolarmente utile con i trackball.

Una volta apportate le modifiche desiderate, fare clic su OK per confermarle.

[Note]Nota

Qualsiasi modifica effettuata, avrà effetto solo dopo il riavvio del server X.

2.13.3. Proprietà tastiera

Utilizzare questa finestra di dialogo per modificare le impostazioni della tastiera per l'ambiente grafico. Nella parte superiore della finestra di dialogo, selezionare tipo, layout della lingua e variante. Utilizzare il campo di prova nella parte inferiore della finestra di dialogo per verificare se i caratteri speciali sono visualizzati correttamente. Selezionare ulteriori layout e varianti che si desidera utilizzare dall'elenco nella parte centrale. A seconda del tipo di desktop, questi possono essere selezionati nel sistema in esecuzione senza necessità di riconfigurare. Dopo aver fatto clic su OK, le modifiche verranno applicate immediatamente.

2.13.4. Proprietà tavoletta

Utilizzare questa finestra di dialogo per modificare le impostazioni della tavoletta grafica collegata al sistema. Fare clic su tavoletta grafica per selezionare produttore e modello dagli elenchi. Attualmente, SUSE Linux supporta solo un numero limitato di tavolette grafiche. Per attivare la tavoletta, selezionare Attiva questa tavoletta nella parte superiore della finestra di dialogo.

Nella finestra di dialogo Porta e modalità configurare la connessione alla tavoletta. SaX2 consente di configurare le tavolette grafiche connesse alla porta USB o alla porta seriale. Se la tavoletta è collegata alla porta seriale, verificare la porta. /dev/ttyS0 fa riferimento alla prima porta seriale. /dev/ttyS1 fa riferimento alla seconda. Ulteriori porte utilizzeranno un formato simile. Selezionare le Opzioni desiderate dall'elenco e selezionare la Modalità tavoletta primaria adatta alle proprie necessità.

Se la tavoletta grafica supporta penne elettroniche, configurarle in Penne elettroniche. Aggiungere gomma e penna e impostarne le proprietà dopo aver fatto clic su Proprietà.

Una volta apportate le modifiche desiderate, fare clic su OK per confermarle.

2.13.5. Proprietà schermo tattile

Utilizzare questa finestra di dialogo per modificare le impostazioni dello schermo tattile collegato al sistema. Se è presente più di uno schermo tattile installato, ciascun dispositivo viene visualizzato in una finestra di dialogo separata selezionabile per mezzo di una scheda. Per attivare lo schermo tattile correntemente selezionato, selezionare Assegna schermo tattile per la visualizzazione nella parte superiore della finestra di dialogo. Selezionare produttore e modello dall'elenco e impostare una Porta di connessione appropriata nella parte inferiore. È possibile configurare gli schermi tattili connessi alla porta USB o alla porta seriale. Se lo schermo tattile è collegato alla porta seriale, verificare la porta. /dev/ttyS0 fa riferimento alla prima porta seriale. /dev/ttyS1 fa riferimento alla seconda. Ulteriori porte utilizzeranno un formato simile. Una volta apportate le modifiche desiderate, fare clic su OK per confermarle.

2.13.6. Proprietà accesso remoto

VNC (Virtual Network Computing) è una soluzione client-server che consente l'accesso ad un server X remoto per mezzo di un client di piccole dimensioni e facile utilizzo. Questo client è disponibile per molti sistemi operativi, fra cui Microsoft Windows, Apple MacOS e Linux. Per ulteriori informazioni su VNC, vedere http://www.realvnc.com/.

Utilizzare questa finestra di dialogo per configurare il server X come host di sessioni VNC. Se si desidera che client VNC si connettano al server X, selezionare Consenti accesso a schermo con protocollo VNC. Impostare una password per limitare l'accesso a un server X che accetta connessioni VNC. Nel caso in cui più client VNC abbiano necessità di collegarsi al server X contemporaneamente, selezionare Consenti più connessioni VNC. L'accesso HTTP è possibile selezionando Attiva accesso HTTP ed impostando la porta da utilizzare in Porta HTTP.

Una volta apportate le modifiche desiderate, fare clic su OK per salvarle.