18.7.  smpppd come assistente di connessione remota

Molti utenti privati non dispongono di una linea dedicata per la connessione a Internet ma utilizzano connessioni telefoniche. A seconda del metodo utilizzato (ISDN o DSL), la connessione telefonica viene controllata da ipppd o pppd. Per connettersi in rete è sufficiente avviare questi programmi nel modo corretto.

Se si dispone di una connessione a tariffa fissa che non genera costi aggiuntivi per la connessione telefonica, avviare semplicemente il rispettivo daemon. Controllare la connessione telefonica con un'applet KDE o un'interfaccia della riga di comando. Se il gateway Internet non corrisponde all'host in uso, si consiglia di controllare la connessione telefonica mediante un host di rete.

In questo caso, utilizzare smpppd che dispone di un'interfaccia uniforme per i programmi ausiliari e funziona in due direzioni. Programma innanzitutto il servizio pppd o ipppd necessario e controlla le proprietà di connessione telefonica, quindi rende disponibili vari provider per i programmi utente e trasmette informazioni sullo stato corrente della connessione. Poiché smpppd può essere controllato anche attraverso la rete, è adatto per il controllo delle connessioni telefoniche a Internet da una workstation in una sottorete privata.

18.7.1. Configurazione di smpppd

Le connessioni fornite da smpppd vengono configurate automaticamente da YaST. Vengono inoltre configurati gli effettivi programmi di connessione telefonica KInternet e cinternet, mentre le impostazioni manuali sono necessarie solo per la configurazione di funzionalità aggiuntive di smpppd, ad esempio il controllo remoto.

Il file di configurazione di smpppd, /etc/smpppd.conf, non abilita il controllo remoto di default. Di seguito sono descritte le opzioni più importanti di questo file di configurazione:

open-inet-socket = yes|no

Per controllare smpppd attraverso al rete, impostare questa opzione su yes. smpppd è in ascolto sulla porta 3185. Se questo parametro viene impostato su yes, impostare di conseguenza anche i parametri bind-address, host-range e password.

bind-address = ip

Se a un host sono assegnati più indirizzi IP, utilizzare questo parametro per determinare a quale indirizzo IP devono essere accettate le connessioni da parte di smpppd.

host-range = min ip max ip

Il parametro host-range definisce un intervallo di rete. Agli host con indirizzi IP inclusi in questo intervallo è consentito l'accesso a smpppd. L'accesso viene invece negato a tutti gli host che non rientrano in questo intervallo.

password = password

Mediante l'assegnazione di una password è possibile limitare l'accesso dei client agli host autorizzati. Per questa password viene utilizzato testo normale, quindi è opportuno non sopravvalutare la sicurezza che consente di applicare. Se non viene assegnata una password, tutti i client possono accedere a smpppd.

slp-register = yes|no

Con questo parametro è possibile annunciare il servizio smpppd in rete tramite SLP.

Ulteriori informazioni su smpppd sono disponibili nella documentazione di smpppd(8) e di smpppd.conf(5).

18.7.2.  Configurazione di KInternet, cinternet e qinternet per l'uso remoto

KInternet, cinternet e qinternet possono essere utilizzate per controllare un servizio smpppd locale o remoto. cinternet costituisce la controparte della riga di comando dell'utilità grafica KInternet. qinternet è fondamentalmente uguale a KInternet, ma non utilizza le librerie KDE, quindi non richiede l'uso di KDE e deve essere installata separatamente. Per preparare queste utilità in modo che possano essere utilizzate con un servizio smpppd remoto, modificare il file di configurazione /etc/smpppd-c.conf manualmente o tramite KInternet. In questo file vengono utilizzate solo tre opzioni:

sites = list of sites

In questo parametro viene indicato ai front-end dove cercare smpppd. Il test delle opzioni viene eseguito dai front-end nell'ordine specificato in questo parametro. L'opzione local ordina l'esecuzione di una connessione al servizio smpppd locale. gateway punta a un servizio smpppd sul gateway. La connessione dovrà essere stabilita come specificato alla voce server in config-file. slp ordina ai front-end di connettersi a un smpppd individuato tramite SLP.

server = server

Specificare l'host sul quale è in esecuzione smpppd.

password = password

Inserire la password selezionata per smpppd.

Se smpppd è attivo, è possibile provare ad accedervi, ad esempio con cinternet --verbose --interface-list. In caso di difficoltà, fare riferimento alla documentazione di smpppd-c.conf(5) e di cinternet(8).