32.3. Configurazione di SCPM con l'interfaccia utente grafica

Nelle sezioni seguenti sono illustrati gli strumenti grafici utilizzati per controllare le impostazioni del profilo.

32.3.1. Configurazione dell'applet nel pannello Profile Chooser

Prima di utilizzare Profile Chooser per controllare la configurazione del sistema in uso, è necessario configurarlo affinché venga avviato automaticamente al login.

  • In GNOME fare clic con il pulsante destro del mouse sul pannello, quindi scegliere Profile Chooser dall'elenco degli applet disponibili.

  • In KDE selezionare System (Sistema)+Desktop Applet (Applet Desktop)+Profile Chooser per aggiungere Profile Chooser al pannello.

32.3.2. Configurazione delle impostazioni SCPM di base

Configurare il comportamento di base di SCPM mediante YaST.

  1. Avviare YaST dal menu principale e scegliere il Profile Manager YaST.

  2. In System Configuration Profile Management (Gestione del profilo di configurazione del sistema) fare clic su Options (Opzioni), quindi scegliere Enabled (Abilitato).

  3. Determinare il livello di dettaglio di SCPM selezionando una o entrambe le voci di Verbose Progress Messages (Messaggi di stato verbose) e Log Debug Messages (Messaggi di debug di log).

  4. Determinare la modalità di passaggio appropriata per la configurazione:

    • Se si desidera che in SCPM venga visualizzato l'elenco di tutte le risorse modificate durante il passaggio a un altro profilo e quindi salvare queste modifiche sul profilo attivo, selezionare Normal (Normale) o Save Changes (Salva modifiche).

    • Se si desidera che SCPM ignori tutte le risorse modificate quando si passa a un altro profilo, selezionare Drop Changes (Ignora modifiche).

  5. Impostare la modalità di avvio e definire se le modifiche apportate al profilo corrente devono essere salvate oppure ignorate quando si passa al profilo attivato all'avvio.

  6. Accertarsi che tutti i gruppi di risorse necessari siano inclusi nella selezione attiva. Questi gruppi sono visualizzati nella sezione Resource Groups (Gruppi di risorse). Se sono necessari ulteriori gruppi di risorse, selezionare l'opzione Configure Resources (Configura risorse). Per ulteriori informazioni, vedere la Sezione 32.3.6, "Configurazione dei gruppi di risorse".

    Nel caso dello scenario di esempio non è necessario configurare risorse aggiuntive. Le risorse della stampante e della rete sono infatti già incluse per impostazione predefinita.

Figura 32.1. YaST: Configurazione SCPM di base

YaST: Configurazione SCPM di base

Per consentire agli utenti non root di gestire i profili, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Avviare YaST dal menu principale e scegliere il Profile Manager YaST.

  2. Selezionare Permit non-root Users to Manage Profiles (Consenti gestione profili a utenti non root). Vedere la Figura 32.2, "YaST: Configura utenti SCPM".

  3. Fare clic Configure Users (Configura utenti).

  4. Fare clic su Add (Aggiungi) per aggiungere tutti gli utenti autorizzati a gestire i profili.

  5. Per ciascun utente specificare se assegnare solo le autorizzazioni di passaggio oppure le autorizzazioni di passaggio, modifica e creazione dei profili.

  6. Fare clic su Acept (Accetta) per applicare le impostazioni e chiudere YaST.

Figura 32.2. YaST: Configura utenti SCPM

YaST: Configura utenti SCPM

32.3.3. Creazione di un nuovo profilo

Dopo aver abilitato la gestione SCPM, è disponibile un profilo chiamato default che contiene la configurazione corrente del sistema in uso. Creare quindi un altro profilo che soddisfi i requisiti dell'altra configurazione.

Per aggiungere un nuovo profilo in base alla configurazione corrente del sistema, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Profile Chooser, quindi selezionare Run Profile Manager (SUMF) (Esegui gestore profili (SUMF).

  2. Selezionare Profiles (Profili)+Add (Aggiungi).

  3. Immettere il nome del nuovo profilo, quindi fare clic su OK.

  4. Definire se il nuovo profilo deve essere attivo.

    Se si seleziona , SCPM passa al nuovo profilo subito dopo che viene creato.

Per questo esempio, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Nella configurazione principale abilitare SCPM.

  2. Rinominare il profilo default con un nome più descrittivo. A questo scopo, avviare SUMF, quindi selezionare Profiles (Profili)+Edit (Modifica) e immettere il nuovo nome.

  3. Nella configurazione attiva avviare SUMF e creare il profilo per l'ambiente attivo.

Dopo che si dispone di tutti i profili necessari, è possibile attivarli ogni volta che viene richiesta una diversa configurazione del sistema. La procedura per passare da un profilo all'altro è descritta nella Sezione 32.3.4, "Passaggio da un profilo all'altro".

32.3.4. Passaggio da un profilo all'altro

Esistono due metodi che consentono di passare da un profilo all'altro. È possibile selezionare un nuovo profilo all'avvio oppure passare da un profilo all'altro durante l'esecuzione del sistema.

Per selezionare un profilo all'avvio, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Nella schermata di avvio premere F2 per aprire il menu Other Options (Altre opzioni).

  2. Premere F3 per visualizzare l'elenco dei profili disponibili.

  3. Utilizzare i tasti freccia per selezionare il profilo appropriato, quindi premere Enter.

    Il sistema verrà avviato nella configurazione selezionata.

Per attivare i profili in un sistema in esecuzione, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Accertarsi di disporre delle autorizzazioni per il passaggio tra i profili come utente non root. Se non si dispone di queste autorizzazioni, fare riferimento alla Sezione 32.3.2, "Configurazione delle impostazioni SCPM di base".

  2. Fare clic sull'applet del pannello Profile Chooser.

  3. Selezionare il profilo appropriato nel menu che viene visualizzato utilizzando i tasti freccia, quindi premere Enter.

    SCPM esegue una verifica delle risorse modificate e chiede di confermare il passaggio. Se alla configurazione del sistema sono state apportate modifiche prima del passaggio, viene chiesto se si desidera conservarle oppure ignorarle quando si passa a un altro profilo.

32.3.5. Modifica di un profilo

Per modificare i profili esistenti in modo da adattarli all'ambiente modificato, ad esempio per modificare la configurazione della stampante collegata alla rete dell'abitazione, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Passare al profilo da modificare come illustrato nella Sezione 32.3.4, "Passaggio da un profilo all'altro". Nell'esempio scegliere il profilo home.

  2. Modificare le risorse necessarie mediante il modulo YaST appropriato. Nell'esempio eseguire la configurazione della stampante YaST.

  3. Una volta applicate le modifiche apportate alla configurazione, viene chiesto se si desidera applicare queste modifiche al profilo attivo in modo permanente la prossima volta che viene attivato.

    [Tip]Imposizione di un aggiornamento di un profilo

    Se si desidera forzare un aggiornamento del profilo attivo, selezionare il profilo nel menu di selezione dei profili dell'applet nel pannello Profile Chooser. Ciò consente di attivare un ricaricamento del profilo e viene chiesto se si desidera applicare o ignorare le modifiche apportate alla configurazione.

32.3.6. Configurazione dei gruppi di risorse

SCPM contiene un insieme di gruppi di risorse predefiniti inclusi di default in tutti i profili. In alcuni scenari è tuttavia necessario inserire risorse e gruppi di risorse aggiuntivi.

Per modificare la risorsa o il gruppo di risorse, eseguire le operazioni riportate di seguito.

  1. Avviare YaST dal menu principale, quindi avviare il modulo Profile Manager YaST.

  2. Nella finestra di dialogo System Configuration Profile Management (Gestione dei profili di configurazione del sistema) fare clic su Configure Resources (Configura risorse).

    Vengono elencati tutti i gruppi di risorse disponibili sul sistema come illustrato nella Figura 32.3, "Configurazione dei gruppi di risorse".

  3. Per aggiungere o modificare un gruppo di risorse:

    1. Impostare o modificare Resource Group (Gruppo di risorse) e Description (Descrizione).

    2. Immettere le risorse appropriate (risorse, servizi o entrambi), quindi eliminare quelle non necessarie. Per reimpostare lo stato delle risorse selezionate, ovvero ignorare tutte le modifiche apportate e tornare ai valori iniziali della configurazione, scegliere Reset Group (Reimposta gruppo).

    3. Fare clic su OK per uscire alla configurazione delle risorse.

  4. Per salvare le modifiche apportate al profilo attivo, fare clic OK.

Figura 32.3. Configurazione dei gruppi di risorse

Configurazione dei gruppi di risorse