11.5. Configurazione per le applicazioni

Le code di stampa esistenti vengono utilizzate dalle applicazioni nello stesso modo in cui vengono gestite dagli strumenti della riga di comando. In genere non è necessario riconfigurare la stampante per una determinata applicazione poiché dovrebbe essere possibile eseguire la stampa dalle applicazioni utilizzando le code esistenti.

Per stampare dalla riga di comando, immettere lp -d queuename filename, sostituendo i nomi corrispondenti a queuename e filename.

Alcune applicazioni utilizzano il comando lp per la stampa. In questo caso, immettere il comando corretto nella finestra di dialogo di stampa dell'applicazione, in genere senza specificare filename, ad esempio lp -d queuename. Nel caso di programmi KDE, abilitare Print through an external program (Stampa tramite un programma esterno). In caso contrario non sarà possibile immettere il comando di stampa.

Gli strumenti quali xpp e il programma kprinter KDE forniscono un'interfaccia grafica per la scelta delle code e l'impostazione delle opzioni CUPS standard e delle opzioni specifiche per la stampante rese disponibili tramite il file PPD. È possibile utilizzare kprinter come interfaccia di stampa standard delle applicazioni non KDE specificando kprinter o kprinter --stdin come comando di stampa nelle finestre di dialogo di stampa delle applicazioni. Il comportamento dell'applicazione determina quale dei due comandi scegliere. Se la configurazione è stata eseguita correttamente, la finestra di dialogo kprinter viene richiamata ogni volta che nell'applicazione viene avviato un lavoro di stampa; pertanto sarà possibile utilizzare la finestra di dialogo per selezionare una coda e impostare altre opzioni di stampa. A questo scopo è necessario che le impostazioni di stampa dell'applicazione non siano in conflitto con quelle di kprinter e che le opzioni di stampa vengano modificate solo tramite kprinter, dopo averlo abilitato.