3.2. Posta

Kontact utilizza KMail come componente per i messaggi e-mail. Per configurarlo, aprire il componente per la posta, quindi selezionare Settings (Impostazioni)+Configure KMail (Configura KMail). KMail è un client completo per i messaggi e-mail che supporta vari protocolli. Nel menu Tools (Strumenti) sono disponibili vari strumenti che consentono di gestire i messaggi e-mail indesiderati. Utilizzare Find (Trova) per eseguire una ricerca dettagliata dei messaggi. Anti-Spam Wizard (Configurazione guidata posta indesiderata) consente di configurare in modo semplificato gli strumenti per filtrare i messaggi e-mail commerciali indesiderati. Anti-Virus Wizard (Configurazione guidata strumenti anti-virus) consente di configurare in modo semplificato gli strumenti anti-virus per i messaggi e-mail. Queste due procedure guidate possono essere utilizzate con prodotti software anti-virus e per la posta indesiderata esterni. Se queste opzioni sono disabilitate, installare pacchetti aggiuntivi per garantire una protezione contro posta indesiderata e virus.

Figura 3.2. Componente di Kontact per la posta

Componente di Kontact per la posta

3.2.1. Configurazione di identità e account

Kontact è in grado di gestire più account e-mail, ad esempio l'indirizzo e-mail privato e quello dell'ufficio. Quando si scrive un messaggio e-mail, selezionare una delle identità definite in precedenza facendo clic su View (Visualizza)+Identity (Identità). Per creare un nuovo profilo di identità, selezionare Settings (Impostazioni)+Configure KMail (Configura KMail), quindi Identities (Identità)+New (Nuova). Nella finestra di dialogo visualizzata assegnare un nome alla nuova identità, ad esempio "privata" o "ufficio". Fare clic su OK per visualizzare una finestra di dialogo in cui è possibile immettere informazioni aggiuntive. È inoltre possibile assegnare un'identità a una cartella affinché, quando si risponde a un messaggio in tale cartella, venga selezionata l'identità assegnata.

Nella scheda General (Generale) immettere il proprio nome, l'organizzazione e l'indirizzo e-mail. In Cryptography (Cifratura) selezionare le chiavi per l'invio di messaggi cifrati o con firma digitale. Per poter utilizzare le funzionalità di cifratura, è prima necessario creare una chiave con KGpg, come descritto nel Capitolo 13, Cifratura con KGpg (↑Applicazioni).

In Advanced (Avanzate) è possibile immettere un indirizzo di risposta e un indirizzo ccn (copia per conoscenza nascosta) di default, scegliere un dizionario, selezionare le cartelle per le bozze e i messaggi inviati e definire la modalità di invio dei messaggi. In Signature (Firma) specificare se e come si desidera firmare ogni messaggio aggiungendo un blocco di testo supplementare alla fine. Ad esempio, si potrebbe firmare ogni messaggio e-mail specificando le proprie informazioni di contatto. Per attivare questa opzione, selezionare Enable Signature (Abilita firma) e scegliere se si desidera ottenere la firma da un file, da un campo di input oppure dall'output di un comando. Picture (Immagine) consente di specificare il percorso relativo a una piccola (48x48 pixel) icona monocromatica che verrà visualizzata in tutti i messaggi e-mail, a condizione che il software del destinatario supporti tale funzionalità. Dopo avere configurato tutte le impostazioni dell'identità desiderate, confermarle facendo clic su OK.

Le impostazioni in Accounts (Account) stabiliscono la modalità di invio e ricezione dei messaggi e-mail in Kontact. Sono disponibili due schede, una per l'invio e l'altra per la ricezione della posta. Molte delle impostazioni variano in base al sistema e alla rete in cui si trova il server della posta. Se non si è sicuri delle impostazioni o degli elementi da selezionare, consultare il proprio ISP (Provider di servizi Internet) o l'amministratore di sistema.

Per creare caselle postali per la posta in uscita, nella scheda Sending (Invio) fare clic su Add (Aggiungi). Scegliere tra i tipi di trasporto SMTP e sendmail. Nella maggior parte dei casi la scelta corretta è SMTP. Al termine di questa selezione, viene visualizzata una finestra in cui è possibile immettere i dati del server SMTP. Specificare un nome e immettere l'indirizzo del server (ricevuto dall'ISP). Se il server richiede l'autenticazione dell'utente, selezionare Server requires authentication (Il server richiede l'autenticazione). Le impostazioni di sicurezza sono incluse nella scheda Security (Sicurezza). In questa scheda, è possibile specificare il metodo di cifratura preferito.

Nella scheda Receiving (Ricezione) è possibile definire le impostazioni per la ricezione dei messaggi di e-mail. Si può utilizzare Aggiungi per creare un nuovo account. Scegliere tra i diversi metodi di recupero della posta, ad esempio i formati Mbox e Maildir locali oppure POP3 o IMAP. Configurare le impostazioni appropriate in base al server in uso.

3.2.2. Importazione di messaggi e-mail da altri programmi di posta

Per importare messaggi e-mail da altre applicazioni, selezionare Tools (Strumenti)+Import Messages (Importa messaggi) dalla vista della posta in Kontact. Attualmente sono disponibili filtri di importazione per Outlook Express, il formato mbox, il formato di testo dei messaggi e-mail, Pegasus Mail, Opera, Evolution e altri ancora. L'utility di importazione può essere avviata anche separatamente con il comando kmailcvt.

Selezionare l'applicazione corrispondente e confermare facendo clic su Continue (Continua). In base al tipo selezionato, è necessario specificare un file o una cartella. Il processo verrà completato automaticamente da Kontact.

3.2.3. Creazione di messaggi

Per creare nuovi messaggi, selezionare Message (Messaggio)+New Message (Nuovo messaggio) oppure fare clic sull'icona corrispondente sulla barra degli strumenti. Per inviare i messaggi utilizzando account e-mail diversi, selezionare un'identità come descritto nella Sezione 3.2.1, "Configurazione di identità e account" (↑Applicazioni). In To (A) immettere un indirizzo e-mail oppure parte di un nome o un indirizzo presente nella rubrica. Se Kontact è in grado di associare le informazioni specificate alle informazioni presenti nella rubrica, viene visualizzato un elenco di selezione. Fare clic sul contatto desiderato oppure completare l'input se non viene rilevata alcuna corrispondenza. Per selezionare direttamente il destinatario dalla rubrica, fare clic sul pulsante ... accanto al campo Address (Indirizzo).

Per allegare file al messaggio, fare clic sull'icona a forma di graffetta e selezionare il file da allegare. In alternativa, trascinare un file dal desktop o da un'altra cartella nella finestra New Message (Nuovo messaggio) o selezionare una delle opzioni nel menu Attach (Allega). In genere, il formato di un file viene riconosciuto correttamente. In caso contrario, fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona. Selezionare Properties (Proprietà) dal menu visualizzato. Impostare il formato e il nome di file nella finestra di dialogo successiva e aggiungere una descrizione. Specificare inoltre se il file allegato deve essere firmato o cifrato.

Dopo avere creato il messaggio, è possibile inviarlo immediatamente selezionando Message (Messaggio)+Send (Invia) oppure spostarlo nella cartella outbox selezionando Message (Messaggio)+Queue (Coda). Se si sceglie di inviare il messaggio e-mail e l'invio ha esito positivo, il messaggio viene copiato nella cartella sent-mail. I messaggi spostati nella cartella outbox possono essere modificati o cancellati.

3.2.4. Messaggi e-mail cifrati e firme

Per cifrare un messaggio e-mail, generare innanzitutto una coppia di chiavi come descritto nel Capitolo 13, Cifratura con KGpg (↑Applicazioni). Per configurare i dettagli della procedura di cifratura, selezionare Settings (Impostazioni)+Configure KMail (Configura KMail)+Identities (Identità) per specificare l'identità da utilizzare per inviare messaggi cifrati e con firma. Fare quindi clic su Modify (Modifica). Quando si fa clic su OK per confermare l'operazione, la chiave dovrebbe venire visualizzata nel campo corrispondente. Chiudere la finestra di dialogo di configurazione facendo clic su OK.

3.2.5. Cartelle

Le cartelle dei messaggi consentono di organizzare i messaggi e-mail. Per default, si trovano nella directory ~/.kde/share/apps/kmail/mail. Quando si avvia KMail per la prima volta, vengono create varie cartelle. inbox è la cartella in cui vengono inseriti inizialmente i nuovi messaggi recuperati da un server. outbox è la cartella in cui vengono memorizzati temporaneamente i messaggi inseriti in coda per l'invio. sent-mail è la cartella in cui vengono conservate le copie dei messaggi inviati. trash è la cartella contenente le copie di tutti i messaggi e-mail cancellati con il tasto Canc oppure selezionando Edit (Modifica)+Delete (Cancella). drafts è la cartella in cui vengono salvati i messaggi non ultimati. Se si utilizza IMAP, le cartelle IMAP sono elencate sotto quelle locali. L'elenco Folder (Cartella) contiene cartelle specifiche per ogni server di posta in entrata, ad esempio locale o IMAP.

Se si desidera organizzare i messaggi in cartelle aggiuntive, creare le nuove cartelle selezionando Folder (Cartella)+New Folder (Nuova cartella). Viene visualizzata una finestra in cui è possibile specificare il nome e il formato della nuova cartella.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella per visualizzare un menu contestuale che consente di eseguire diverse operazioni sulle cartelle. Fare clic su Expire (Scadenza) per specificare la data di scadenza dei messaggi letti e non letti, l'operazione da eseguire dopo la scadenza e se i messaggi scaduti devono essere cancellati o spostati in una cartella. Se si desidera utilizzare la cartella per memorizzare i messaggi ricevuti da una mailing list, impostare le opzioni necessarie in Folder (Cartella)+Mailing List Management (Gestione mailing list).

Per spostare da una cartella a un'altra uno o più messaggi, selezionarli nella finestra superiore, trascinarli e rilasciarli nella cartella appropriata della finestra a sinistra. I messaggi possono inoltre essere spostati evidenziandoli e premendo M o selezionando Message (Messaggio)+Move to (Sposta in). Verrà visualizzato un elenco nel quale è possibile selezionare la cartella in cui si desidera spostare i messaggi.

3.2.6. Filtri

I filtri rappresentano un utile strumento per elaborare automaticamente i messaggi e-mail in entrata. Possono essere utilizzati per spostare messaggi e-mail in determinate cartelle, cancellare messaggi e-mail indesiderati, rinviare messaggi e-mail al mittente o eseguire varie altre operazioni in base a particolari caratteristiche del messaggio, ad esempio il mittente o la dimensione.

3.2.6.1. Impostazione di un filtro

Per creare un filtro da zero, selezionare Settings (Impostazioni)+Configure Filters (Configura filtri). Per creare un filtro in base a un messaggio esistente, fare clic con il pulsante destro del mouse sul messaggio e quindi selezionare Create Filter (Crea filtro) e i criteri di filtro desiderati.

Selezionare il metodo di corrispondenza desiderato per i criteri di filtro, ovvero specificare se è necessario che vengano soddisfatti tutti i criteri oppure solo uno di essi. Selezionare quindi i criteri applicabili solo ai messaggi desiderati. In Filter Actions (Azioni filtro) impostare le azioni che il filtro deve eseguire sui messaggi che soddisfano i criteri. Advanced Options (Opzioni avanzate) consente di controllare quando il filtro viene applicato e se è necessario considerare filtri aggiuntivi per questi messaggi.

3.2.6.2. Applicazione di filtri

I filtri vengono applicati nell'ordine specificato nella finestra di dialogo a cui si accede selezionando Settings (Impostazioni)+Configure Filters (Configura filtri). Per cambiare l'ordine, selezionare un filtro e fare clic sui pulsanti freccia. I filtri vengono applicati solo ai nuovi messaggi in entrata o ai messaggi inviati, in base alle impostazioni configurate nelle opzioni avanzate del filtro. Per applicare i filtri ai messaggi esistenti, fare clic con il pulsante destro del mouse sui messaggi e scegliere Apply Filter (Applica filtro) e il filtro desiderato.

Se i filtri non vengono applicati come previsto, selezionare Tools (Strumenti)+Filter Log Viewer (Visualizzatore log filtri) per controllare le modalità di applicazione. Quando la registrazione è abilitata in questa finestra di dialogo, vengono visualizzate le modalità in base a cui i filtri elaborano i messaggi per semplificare l'individuazione del problema.