18.3. Risoluzione del nome

DNS consente di assegnare un indirizzo IP a uno o più nomi e assegnare un nome a un indirizzo IP. In Linux questa conversione viene di solito eseguita da uno speciale tipo di software detto BIND e il computer che esegue questa conversione è definito server dei nomi. I nomi creano un sistema gerarchico in cui ogni componente di un nome è separato per mezzo di punti. La gerarchia dei nomi è tuttavia indipendente dalla gerarchia degli indirizzi IP descritta precedentemente.

Si consideri un nome completo, ad esempio earth.example.com, scritto nel formato nome host.dominio. Un nome completo, a cui viene fatto riferimento come nome di dominio completo (FQDN), è formato da un nome host e da un nome di dominio (example.com). Quest'ultimo include il dominio di livello superiore o TLD (com).

L'assegnazione del TLD è diventata piuttosto confusa per motivi storici. Negli Stati Uniti vengono tradizionalmente utilizzati nomi di dominio di tre lettere, mentre nel resto del mondo vengono utilizzati i codici nazionali standard ISO di due lettere. Nel 2000 sono stati inoltre introdotti TLD più lunghi per rappresentare specifiche sfere di attività, ad esempio .info, .name, .museum).

Nei primi anni della diffusione di Internet, prima del 1990, per la memorizzazione dei nomi di tutti i computer rappresentati su Internet veniva utilizzato il file /etc/hosts. Questo approccio si rivelò ben presto di scarsa praticità a causa del numero in rapida crescita di computer connessi a Internet. Per questo motivo è stato sviluppato un database centralizzato in cui memorizzare i nomi host in modo ampiamente distribuito. In questo database, simile a un server dei nomi, non sono immediatamente disponibili i dati relativi a tutti gli host su Internet, tuttavia il database è in grado di inviare richieste ad altri server dei nomi.

Il livello più alto della gerarchi è occupato da server dei nomi radice che vengono utilizzati per la gestione dei domini di livello superiore e sono gestiti dal Network Information Center (NIC). Ogni server dei nomi radice dispone di informazioni sui server dei nomi responsabili di un determinato dominio di livello superiore. Le informazioni sui NIC dei domini di livello superiore sono disponibili all'indirizzo http://www.internic.net.

DNS è in grado di eseguire altre operazioni oltre alla risoluzione dei nomi host. Il server dei nomi può inoltre riconoscere quale host riceve i messaggi e-mail per un intero dominio, ovvero il Mail Exchanger (MX).

Affinché un computer possa risolvere un indirizzo IP, deve disporre almeno delle informazioni relative a un server dei nomi e al proprio indirizzo IP. È possibile specificare facilmente un server dei nomi utilizzando YaST. Se è disponibile una connessione telefonica via modem, la configurazione manuale di un server dei nomi può non essere necessaria, in quanto il protocollo di connessione telefonica fornisce l'indirizzo del server dei nomi non appena viene stabilita la connessione. La configurazione dell'accesso al server dei nomi con SUSE Linux è descritta nel Capitolo 20, DNS (Domain Name System).

Il protocollo whois è strettamente correlato a DNS. Con questo programma è possibile individuare velocemente il server responsabile di un determinato dominio.