Capitolo 1. Installazione remota

Sommario

1.1. Scenari di installazione remota
1.2. Configurazione del server contenente le origini dell'installazione
1.3. Preparazione dell'avvio del sistema di destinazione
1.4. Avvio del sistema di destinazione per l'installazione
1.5. Monitoraggio del processo di installazione

È possibile installare SUSE Linux in molti modi diversi. Oltre alla procedura di installazione più comune mediante CD o DVD descritta nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio), è possibile scegliere tra numerosi tipi di approccio basati sulla rete, nonché adottare un approccio completamente automatico per l'installazione di SUSE Linux.

Ogni metodo viene introdotto da due brevi elenchi di controllo. In uno sono elencati i prerequisiti per la procedura, mentre nell'altro viene illustrata la procedura di base. Vengono inoltre forniti ulteriori dettagli su tutte le tecniche utilizzate in questi scenari di installazione.

[Note]Nota

Nelle sezioni seguenti, il sistema per l'installazione del nuovo SUSE Linux viene indicato come sistema di destinazione o destinazione dell'installazione. Il termine origine dell'installazione viene utilizzato per tutte le origini dei dati di installazione. Tra queste vi sono i supporti fisici, quali CD e DVD, e i server di rete che distribuiscono i dati di installazione all'interno della rete in uso.


1.1. Scenari di installazione remota

In questa sezione vengono introdotti gli scenari di installazione più comuni relativi alle installazioni remote. Per ogni scenario, verificare attentamente l'elenco dei prerequisiti e seguire la procedura corrispondente indicata. Se per un determinato passaggio sono necessarie istruzioni più dettagliate, seguire il collegamento fornito per ogni passaggio.

[Important]Importante

La configurazione di X Window System non fa parte di alcun processo di installazione remota. Al termine dell'installazione, eseguire il login nel sistema di destinazione come root, immettere telinit 3 e avviare SaX2 per configurare l'hardware grafico come descritto nella Sezione 14.1, "Configurazione di X11 con SaX2".

1.1.1. Installazione remota semplice tramite VNC - Configurazione di rete statica

Questo tipo di installazione richiede ancora un certo grado di accesso fisico al sistema di destinazione per l'avvio dell'installazione. L'installazione stessa viene interamente controllata mediante una workstation remota utilizzando VNC per la connessione al programma di installazione. L'interazione dell'utente è necessaria come per l'installazione manuale descritta nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

Per questo tipo di installazione, verificare che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

  • Origine dell'installazione remota: NFS, HTTP, FTP oppure SMB con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di destinazione con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di controllo con una connessione di rete funzionante e un software visualizzatore VNC o un browser con supporto Java (Firefox, Konqueror, Internet Explorer oppure Opera).

  • Supporto di avvio fisico (CD o DVD) per avviare il sistema di destinazione.

  • Indirizzi IP statici validi precedentemente assegnati all'origine dell'installazione e al sistema di controllo.

  • Indirizzo IP statico valido da assegnare al sistema di destinazione.

Per eseguire questo tipo di installazione, procedere come indicato di seguito:

  1. Configurare l'origine dell'installazione come descritto nella Sezione 1.2, "Configurazione del server contenente le origini dell'installazione".

  2. Avviare il sistema di destinazione mediante il primo CD o DVD del kit di supporti di SUSE Linux.

  3. Quando viene visualizzata la schermata di avvio, utilizzare il prompt delle opzioni di avvio per impostare le opzioni VNC appropriate e l'indirizzo dell'origine dell'installazione. Questo passaggio è descritto dettagliatamente nella Sezione 1.4, "Avvio del sistema di destinazione per l'installazione".

    Il sistema di destinazione viene avviato in un ambiente basato su testo che fornisce l'indirizzo di rete e il numero di display al quale è possibile indirizzare l'ambiente grafico di installazione tramite un visualizzatore VNC o un browser. Le installazioni VNC vengono annunciate come OpenSLP e possono essere individuate tramite Konqueror in modalità service:// o slp://.

  4. Nella workstation di controllo, aprire l'applicazione visualizzatore VNC oppure un browser Web e connettersi al sistema di destinazione come descritto nella Sezione 1.5.1, "Installazione VNC".

  5. Eseguire l'installazione come descritto nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

    Dopo averlo riavviato, è necessario connettersi nuovamente al sistema di destinazione per la parte finale dell'installazione.

  6. Completare l'installazione.

1.1.2. Installazione remota semplice tramite VNC - Configurazione di rete dinamica tramite DHCP

Questo tipo di installazione richiede ancora un certo grado di accesso fisico al sistema di destinazione per l'avvio dell'installazione. La configurazione di rete viene effettuata tramite DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol). L'installazione stessa viene interamente controllata mediante una workstation remota utilizzando VNC per connettersi al programma di installazione, ma richiede ancora l'interazione dell'utente per il processo di configurazione effettivo.

Per questo tipo di installazione, verificare che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

  • Origine dell'installazione remota: NFS, HTTP, FTP oppure SMB con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di destinazione con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di controllo con una connessione di rete funzionante e un software visualizzatore VNC o un browser con supporto Java (Firefox, Konqueror, Internet Explorer oppure Opera).

  • Supporto di avvio fisico (CD, DVD o un disco di avvio personalizzato) per avviare il sistema di destinazione.

  • Server DHCP in esecuzione con fornitura degli indirizzi IP.

Per eseguire questo tipo di installazione, procedere come indicato di seguito:

  1. Configurare l'origine dell'installazione come descritto nella Sezione 1.2, "Configurazione del server contenente le origini dell'installazione". Scegliere un server di rete SNFS, HTTP o FTP. Per un'origine dell'installazione SMB, vedere la Sezione 1.2.5, "Gestione di un'origine dell'installazione SMB".

  2. Avviare il sistema di destinazione mediante il primo CD o DVD del kit di supporti di SUSE Linux.

  3. Quando viene visualizzata la schermata di avvio, utilizzare il prompt delle opzioni di avvio per impostare le opzioni VNC appropriate e l'indirizzo dell'origine dell'installazione. Questo passaggio è descritto dettagliatamente nella Sezione 1.4, "Avvio del sistema di destinazione per l'installazione".

    Il sistema di destinazione viene avviato in un ambiente basato su testo che fornisce l'indirizzo di rete e il numero di display al quale è possibile indirizzare l'ambiente grafico di installazione tramite un visualizzatore VNC o un browser. Le installazioni VNC vengono annunciate come OpenSLP e possono essere individuate tramite Konqueror in modalità service:// o slp://.

  4. Nella workstation di controllo, aprire l'applicazione visualizzatore VNC oppure un browser Web e connettersi al sistema di destinazione come descritto nella Sezione 1.5.1, "Installazione VNC".

  5. Eseguire l'installazione come descritto nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

    Dopo averlo riavviato, è necessario connettersi nuovamente al sistema di destinazione per la parte finale dell'installazione.

  6. Completare l'installazione.

1.1.3. Installazione remota tramite VNC - Avvio PXE e Wake on LAN

Questo tipo di installazione è completamente automatico. Il computer di destinazione viene avviato in remoto. L'interazione dell'utente è necessaria solo per l'installazione effettiva. Questo approccio è consigliato per la distribuzione intersito.

Per eseguire questo tipo di installazione, verificare che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

  • Origine dell'installazione remota: NFS, HTTP, FTP oppure SMB con una connessione di rete funzionante.

  • Server TFTP.

  • Server DHCP in esecuzione per la rete in uso.

  • Sistema di destinazione abilitato all'avvio PXE, al networking e a Wake on LAN, collegato e connesso alla rete.

  • Sistema di controllo con una connessione di rete funzionante e un software visualizzatore VNC o un browser con supporto Java (Firefox, Konqueror, Internet Explorer oppure Opera).

Per eseguire questo tipo di installazione, procedere come indicato di seguito:

  1. Configurare l'origine dell'installazione come descritto nella Sezione 1.2, "Configurazione del server contenente le origini dell'installazione". Scegliere un server di rete NFS, HTTP, FTP oppure configurare un'origine dell'installazione SMB come descritto nella Sezione 1.2.5, "Gestione di un'origine dell'installazione SMB".

  2. Configurare un server TFTP che contenga un'immagine di avvio che può essere ricavata dal sistema di destinazione. Questo passaggio viene descritto nella Sezione 1.3.2, "Configurazione di un server TFTP".

  3. Configurare un server DHCP per la fornitura di indirizzi IP a tutti i computer e rivelare la posizione del server TFTP al sistema di destinazione. Questo passaggio viene descritto nella Sezione 1.3.1, "Configurazione di un server DHCP".

  4. Preparare il sistema di destinazione per l'avvio PXE. Questo passaggio è descritto dettagliatamente nella Sezione 1.3.5, "Preparazione del sistema di destinazione per l'avvio PXE".

  5. Iniziare il processo di avvio del sistema di destinazione tramite Wake on LAN. Questo passaggio viene descritto nella Sezione 1.3.7, "Wake on LAN".

  6. Nella workstation di controllo, aprire l'applicazione visualizzatore VNC oppure un browser Web e connettersi al sistema di destinazione come descritto nella Sezione 1.5.1, "Installazione VNC".

  7. Eseguire l'installazione come descritto nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

    Dopo averlo riavviato, è necessario connettersi nuovamente al sistema di destinazione per la parte finale dell'installazione.

  8. Completare l'installazione.

1.1.4. Installazione remota semplice tramite SSH - Configurazione di rete statica

Questo tipo di installazione richiede ancora un certo grado di accesso fisico al sistema di destinazione per l'avvio dell'installazione e per la determinazione degli indirizzi IP della destinazione dell'installazione. L'installazione stessa viene interamente controllata mediante una workstation remota utilizzando SSH per la connessione al programma di installazione. L'interazione dell'utente è necessaria come per la normale installazione descritta nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

Per questo tipo di installazione, verificare che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

  • Origine dell'installazione remota: NFS, HTTP, FTP oppure SMB con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di destinazione con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di controllo con una connessione di rete funzionante e un client SSH.

  • Supporto di avvio fisico (CD, DVD o un disco di avvio personalizzato) per il sistema di destinazione.

  • Indirizzi IP statici validi precedentemente assegnati all'origine dell'installazione e al sistema di controllo.

  • Indirizzo IP statico valido da assegnare al sistema di destinazione.

Per eseguire questo tipo di installazione, procedere come indicato di seguito:

  1. Configurare l'origine dell'installazione come descritto nella Sezione 1.2, "Configurazione del server contenente le origini dell'installazione".

  2. Avviare il sistema di destinazione mediante il primo CD o DVD del kit di supporti di SUSE Linux.

  3. Quando viene visualizzata la schermata di avvio del sistema di destinazione, utilizzare il prompt delle opzioni di avvio per impostare i parametri appropriati per la connessione di rete, l'indirizzo dell'origine dell'installazione e l'abilitazione a SSH. Questo passaggio è descritto dettagliatamente nella Sezione 1.4.3, "Uso delle opzioni di avvio personalizzate".

    Il sistema di destinazione viene avviato in un ambiente basato su testo che fornisce l'indirizzo di rete al quale è possibile indirizzare l'ambiente grafico di installazione tramite un client SSH.

  4. Nella workstation di controllo, aprire una finestra di terminale e connettersi al sistema di destinazione come descritto nella Sezione 1.5.2.2, "Connessione al programma di installazione".

  5. Eseguire l'installazione come descritto nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

    Dopo averlo riavviato, è necessario connettersi nuovamente al sistema di destinazione per la parte finale dell'installazione.

  6. Completare l'installazione.

1.1.5. Installazione remota semplice tramite SSH - Configurazione di rete dinamica tramite DHCP

Questo tipo di installazione richiede ancora un certo grado di accesso fisico al sistema di destinazione per l'avvio dell'installazione e per la determinazione degli indirizzi IP della destinazione dell'installazione. L'installazione stessa viene interamente controllata mediante una workstation remota utilizzando VNC per connettersi al programma di installazione, ma richiede ancora l'interazione dell'utente per il processo di configurazione effettivo.

Per questo tipo di installazione, verificare che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

  • Origine dell'installazione remota: NFS, HTTP, FTP oppure SMB con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di destinazione con una connessione di rete funzionante.

  • Sistema di controllo con una connessione di rete funzionante e un client SSH.

  • Supporto di avvio fisico (CD o DVD) per avviare il sistema di destinazione.

  • Server DHCP in esecuzione con fornitura degli indirizzi IP.

Per eseguire questo tipo di installazione, procedere come indicato di seguito:

  1. Configurare l'origine dell'installazione come descritto nella Sezione 1.2, "Configurazione del server contenente le origini dell'installazione". Scegliere un server di rete SNFS, HTTP o FTP. Per un'origine dell'installazione SMB, vedere la Sezione 1.2.5, "Gestione di un'origine dell'installazione SMB".

  2. Avviare il sistema di destinazione mediante il primo CD o DVD del kit di supporti di SUSE Linux.

  3. Quando viene visualizzata la schermata di avvio del sistema di destinazione, utilizzare il prompt delle opzioni di avvio per passare i parametri appropriati per la connessione di rete, la posizione dell'origine dell'installazione e l'abilitazione a SSH. Vedere la Sezione 1.4.3, "Uso delle opzioni di avvio personalizzate" per istruzioni dettagliate sull'utilizzo di questi parametri.

    Il sistema di destinazione viene avviato in un ambiente basato su testo che fornisce l'indirizzo di rete al quale è possibile indirizzare l'ambiente grafico di installazione tramite un client SSH.

  4. Nella workstation di controllo, aprire una finestra di terminale e connettersi al sistema di destinazione come descritto nella Sezione 1.5.2.2, "Connessione al programma di installazione".

  5. Eseguire l'installazione come descritto nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

    Dopo averlo riavviato, è necessario connettersi nuovamente al sistema di destinazione per la parte finale dell'installazione.

  6. Completare l'installazione.

1.1.6. Installazione remota tramite SSH - Avvio PXE e Wake on LAN

Questo tipo di installazione è completamente automatico. Il computer di destinazione viene avviato in remoto.

Per eseguire questo tipo di installazione, verificare che i requisiti seguenti siano soddisfatti:

  • Origine dell'installazione remota: NFS, HTTP, FTP oppure SMB con una connessione di rete funzionante.

  • Server TFTP.

  • Server DHCP in esecuzione per la rete in uso, che fornisce un indirizzo IP statico all'host da installare.

  • Sistema di destinazione abilitato all'avvio PXE, al networking e a Wake on LAN, collegato e connesso alla rete.

  • Sistema di controllo con una connessione di rete funzionante e un client SSH.

Per eseguire questo tipo di installazione, procedere come indicato di seguito:

  1. Configurare l'origine dell'installazione come descritto nella Sezione 1.2, "Configurazione del server contenente le origini dell'installazione". Scegliere un server di rete SNFS, HTTP o FTP. Per la configurazione di un'origine dell'installazione SMB, vedere la Sezione 1.2.5, "Gestione di un'origine dell'installazione SMB".

  2. Configurare un server TFTP che contenga un'immagine di avvio che può essere ricavata dal sistema di destinazione. Questo passaggio viene descritto nella Sezione 1.3.2, "Configurazione di un server TFTP".

  3. Configurare un server DHCP per la fornitura di indirizzi IP a tutti i computer e rivelare la posizione del server TFTP al sistema di destinazione. Questo passaggio viene descritto nella Sezione 1.3.1, "Configurazione di un server DHCP".

  4. Preparare il sistema di destinazione per l'avvio PXE. Questo passaggio è descritto dettagliatamente nella Sezione 1.3.5, "Preparazione del sistema di destinazione per l'avvio PXE".

  5. Iniziare il processo di avvio del sistema di destinazione tramite Wake on LAN. Questo passaggio viene descritto nella Sezione 1.3.7, "Wake on LAN".

  6. Nella workstation di controllo, avviare il client VCN e connettersi al sistema di destinazione come descritto nella Sezione 1.5.2, "Installazione SSH".

  7. Eseguire l'installazione come descritto nel Capitolo 1, Installazione con YaST (↑Avvio).

    Dopo il suo riavvio, è necessario connettersi nuovamente al sistema di destinazione per la parte finale dell'installazione.

  8. Completare l'installazione.